Consumi energetici nel settore residenziale: Italia uno dei Paesi meno “green” d’Europa

Una recente ricerca di Scenari Immobiliari ha reso noto che l’Italia è fra i Paesi che meno utilizza le energie rinnovabili nel campo dell’edilizia, davanti solo alla Grecia.
Scendendo nel dettaglio delle città, a Milano la quota dell’energia rinnovabile sul totale dell’energia consumata dagli immobili residenziali rappresenta solo un 8% del totale, nulla al confronto del 20% di Stoccolma o del 19% di Copenaghen.

I dati italiani sono in controtendenza rispetto allo scenario europeo: ad Amsterdam, per esempio, a partire dal 2015 tutte le nuove costruzioni saranno per legge ad impatto 0, mentre a Monaco di Baviera entro il 2030 le emissioni di CO2 verranno tagliate del 50% ed Amburgo viene persino premiata come “Green City” europea dell’anno.

L’Europa si muove dunque verso una cultura dell’abitare sempre più finalizzata al risparmio energetico dato che il 42% dei consumi energetici è rappresentato dalla gestione termica degli edifici residenziali e del terziario. Nello specifico il 68% dei consumi degli edifici residenziali è dato dal riscaldamento, l’11% dal consumo dell’acqua sanitaria e il 16% dall’elettricità. Grazie ad un corretto uso delle

nuove tecnologie edilizie si può risparmiare fino all’80%.

In Italia la situazione attuale è complessa: se da un lato le nuove costruzioni rispettano le nuove normative che facilitano l’implementazione di dispositivi a basso consumo, dall’altro troviamo un parco edifici composto nella maggior parte dei casi da immobili ad alto consumo, spesso appartenenti alla classe G, cioè la più bassa.

In ambito europeo la deadline più importante è quella del 2020, con l’attuazione del cosidetto progetto 20-20-20, come viene chiamato quel pacchetto di direttive della UE che punta a diminuire del 20% (rispetto ai livelli del 1990) le < emissioni di Co2 e un aumento del 20% del consumo di energie rinnovabili.

Una sfida importante dunque per il settore del Real Estate italiano che deve puntare alla ripresa puntando ai grandi interventi urbani, vero e proprio motore di ripresa del settore, con progetti che in grado di rispettare esigenze di risparmio energetico e accessibilità urbana.

 

Più informazioni su

Edinet - Realizzazione Siti Internet