Quinto Conto Energia: c’è la firma del Ministero

Il decreto ministeriale che definisce i nuovi incentivi per l’energia fotovoltaica e per le altre rinnovabili elettriche  entrerà in vigore a breve: è stato infatti firmato dal Ministro per lo Sviluppo, Corrado Passera, e controfirmato dai titolari dei dicasteri di Ambiente e Agricoltura. Ad annunciarlo il sottosegretario all’Ambiente, Tullio Fanelli.

Da una prima lettura del testo definitivo (via QualeEnergia.it) si apprende che:

  • Il nuovo conto partirà a 45 giorni dal superamento del tetto complessivo di spesa per gli incentivi di 6 miliardi, soglia che dovrebbe essere raggiunta attorno al 20 luglio e dunque il nuovo conto energia entrerebbe in vigore nei primi 5-10 giorni di settembre;
  • il nuovo regime incentivante per gli impianti realizzati su edifici pubblici e su aree delle amministrazioni pubbliche partirà solo dopo il 31 dicembre 2012;
  • alzato il tetto di spesa annuale che va dai previsti 500 milioni di € a 700 milioni di €;
  • per quanto riguarda l’iscrizione al registro degli impianti che possono usufruire delle tariffe incentivanti, potranno accedere senza obbligo di iscrizione gli impianti sotto i 12 kWp, quelli tra 12 e 20 kW che accettino di ricevere una tariffa incentivante decurtata del 20% e quelli fino 50 kW realizzati in sostituzione dell’eternit.
  • Esonerati dal registro anche gli impianti fotovoltaici integrati con caratteristiche innovative (fino al raggiungimento di un costo indicativo cumulato di 50 milioni di euro), quelli a concentrazione (sempre con tetto di 50 milioni) e quelli su edifici e terreni della pubblica amministrazione (purché realizzati con gara d’appalto pubblica e anche qui con un tetto di spesa di 50 milioni di €).
  • Tariffe Omnicomprensive: per il primo semestre saranno pari a 208 euro/MWh per impianti sugli edifici di potenza tra 1 e 3 kW, con una tariffa premio di autoconsumo di di 126 euro/MWh. Sono dunque più basse rispetto alla prima versione del decreto che era di 237€ per MVh e il premio autoconsumo di 155€/MVh;
  • Premi per sostituzione eternit e ‘Made in Europe’: per impianti sotto ai 20 kW in sostituzione dell’amianto, 30 euro/MWh fino a tutto il 2013, 20 fino al 2014 e 10 euro/MWh dal 2015 in poi; per il ‘made in Europe’ e per gli impianti sopra i 20 kW in sostituzione dell’amianto il premio è di 20 euro/MWh fino a tutto il 2013 e poi 10 fino al 2014 e 5 euro/MWh dal 2015.

Più informazioni su

Edinet - Realizzazione Siti Internet