Sportello Unico per l’Edilizia: rafforzato e semplificato

La Commissione Finanza e Attività Produttive della Camera ha approvato un emendamento del ddl di conversione del Decreto “Sviluppo” riguardante il settore delle costruzioni  e la semplificazione della pratiche. L’emendamento riguarda lo Sportello Unico per l’Edilizia che diventerà uno strumento potenziato e che snellirà i vari passaggi burocratici.

Lo Sportello Unico per l’Edilizia diventerà infatti il principale  punto di riferimento per il privato cittadino che dovrà chiedere autorizzazioni per un intervento edilizio e sarà l’organo preposto a gestire le principali decisioni, al fine di semplificare e riunire sotto un unico referente tutti i vari passaggi amministrativi.

Fra la principali novità introdotte l’esenzione per il professionista dall’obbligo di produrre e allegare alle istanze documenti già nella disponibilità della pubblica amministrazione grazie all’acquisizione d’ufficio dei documenti già in possesso della pubblica amministrazione da parte dello sportello unico. Sarà dunque compito delle singole PA trasmettere immediatamente allo sportello unico per l’edilizia tutte le denunce, le domande, le segnalazioni, gli atti e la documentazione ad esse eventualmente presentati, dandone comunicazione al richiedente.

Viene inoltre modificata la procedura di rilascio del permesso di costruire: l’amministrazione ha 60 giorni di tempo per esprimersi su un permesso presentato e scaduto questo termine, se non sono state rilasciate tutte le autorizzazioni, il responsabile dello Sportello Unico ha il compito di convocare una conferenza di servizi; nel caso le amministrazioni si siano già espresse positivamente possono non parteciparvi ma semplicemente trasmettere i documenti richiesti per il titolo da rilasciare.

In questo modo si eviteranno tutti quei passaggi frammentati, di ufficio in ufficio, per ottenere tutti i permessi necessari: tutti gli atti verranno infatti gestiti da questa struttura e gli altri uffici pubblici non potranno interferire singolarmente sulle procedure e richiedere altri documenti.

Questo emendamento si aggiunge alle altre decisioni incluse nel Decreto “Sviluppo” relative alle semplificazione normativa e burocratica, come per esempio lo snellimento di procedure di SCIA e di DIA.

Più informazioni su

Edinet - Realizzazione Siti Internet