Al via il Quinto Conto Energia: online la registrazione degli impianti.

Nuovi aggiornamenti sul fronte Quinto Conto Energia: lunedì 27 agosto 2012 è la data che segna l’entrata in vigore delle nuove regole e delle nuove modalità per poter usufruire degli incentivi statali alla produzione di energia elettrica mediante impianti fotovoltaici.
Il 12 luglio è stata infatti raggiunta la soglia dei 6 miliardi di costo annuo cumulato con gli incentivi fotovoltaici, con oltre 400 mila impianti fotovoltaici in esercizio, per una potenza installata di 14.500 MW.

Con il riconoscimento da parte del GSE (Gestore dei Servizi Energetici, la società per azioni, controllata dal Ministero dell’Economia e delle Finanze, per la gestione e lo sviluppo della rete elettrica nazionale) dal 12 luglio è iniziato il conto alla rovescia per i 45 giorni necessari per stabilire la data di entrata in vigore dei nuovi incentivi del Quinto Conto Energia; con  il countdown realizzatosi lunedì 27 agosto, è arrivato il momento di dare il via alle procedure di registrazione degli impianti.

Fra le procedure già pronte,  il GSE ha attivato il portale per la presentazione delle domande di incentivo (https://applicazioni.gse.it) per la presentazione delle richieste di riconoscimento delle nuove tariffe incentivanti, per gli impianti fotovoltaici che entrano in esercizio a partire dal 27 agosto 2012. Il portale sarà l’unico mezzo a disposizione per gestire le richieste di ammissione agli incentivi. Online è scaricabile un pratico manuale d’uso per la registrazione (clicca qui).

Già attivo il Registro per l’iscrizione degli impianti e per l’accesso alle tariffe incentivanti del Quinto Conto Energia: la richiesta di incentivazione dell’impianto fotovoltaico deve essere trasmessa al GSE entro 15 giorni dalla data di entrata in esercizio dell’impianto, unitamente all’attestazione dell’avvenuto versamento del contributo a copertura delle spese di istruttoria. Per maggiori informazioni sulle procedure, clicca qui.

Inoltre dal 20 agosto fino al 18 settembre è aperto il 1° Registro per gli impianti fotovoltaici di potenza superiore a 12 kW. L’iscrizione, valutata ed approvata dal GSE, avviene esclusivamente dal sito https://applicazioni.gse.it e l’ammissione in graduatoria sarà possibile entro un limite di costo pari a 140 milioni di euro.

Infine, sempre sul sito del GSE, è disponibile la Guida agli impianti fotovoltaici integrati con caratteristiche innovative, una tipologia di impianti che può accedere all’incentivo senza l’obbligo di iscrizione al registro, fino a una soglia massima di 50 milioni di euro di costo indicativo cumulato degli incentivi.

I proprietari di tutti gli impianti che non abbiano potenza inferiore ai 50 kW, installati su edifici in sostituzione di coperture in eternit, nonché gli impianti con potenza non superiore ai 12 kW, inclusi gli impianti realizzati in seguito a opere di ristrutturazione, saranno obbligati all’iscrizione nel registro per poter avere diritto agli incentivi e le domande dovranno essere presentate entro 15 giorni dalla data di entrata in esercizio dell’impianto, insieme all’attestazione dell’avvenuto pagamento delle spese di istruttoria della pratica.

Questo sistema di incentivi, seppur apprezzato dai produttori di impianti, ha però suscitato qualche dubbio. Rischia infatti di avere vita breve: questo nuovo sistema incentivante sarà accompagnato da un budget annuo supplementare di 700 milioni di euro e si estinguerà decorsi 30 giorni dal raggiungimento di un costo indicativo cumulato annuo pari a 6,7 miliardi di euro. Tuttavia, sottolineano alcune ricerche, un gran numero di impianti sono stati completati nella prima metà di quest’anno al fine di beneficiare di tariffe generose del precedente Conto Energia e questi non sono ancora tutti inclusi nelle statistiche ufficiali GSE. Di conseguenza, quei 6,7 miliardi si raggiungerebbero molto prima del previsto.
Il Ministero dell’Ambiente ha però  rassicurato sulla durata del nuovo sistema incentivante.

Più informazioni su

Edinet - Realizzazione Siti Internet