Demanio: i beni di proprietà dello Stato valgono 55,6 miliardi di euro

Stefano Scalera, direttore dell’Agenzia del Demanio, ha presentato ieri, mercoledì 5 settembre, un rapporto alla Commissione Finanze della Camera sulla situazione del patrimonio dello Stato.

Dalla relazione emerge che a fine 2011 il valore economico dei beni di proprietà dello Stato era pari a 55,6 miliardi, di cui 47 per i beni ad uso governativo. Su 55,6 miliardi in totale, ammonta a 34,7 miliardi di euro il valore relativo ai beni del patrimonio indisponibile e disponibile, a 0,7 miliardi quello dei beni ubicati all’estero e a 20,2 miliardi di euro il valore relativo ai beni appartenenti al demanio storico-artistico.

Per quanto riguarda quella categoria di beni ad uso governativo il valore totale ammonta a 47 miliardi di euro, di cui: cui 30,6 miliardi è a quanto ammonta il valore dei beni del patrimonio dello Stato e 16,4 miliardi di euro di beni con vincolo storico-artistico, per un totale di circa 20.200 cespiti. Di questi cespiti 12.905 sono gli utilizzi, per una superficie lorda in uso di 65,589 milioni di metri quadri.Inoltre lo Stato utilizza un totale di 10.696 beni immobili di proprietà di terzi.

Durante l’intervento il Demanio non ha fornito ulteriori dettagli sul Piano Dismissioni, confluito nella legge della Spending Review e che prevede la costituzione di una società partecipata da Tesoro e Agenzia del Demanio a cui saranno conferiti i primi 350 immobili censiti, per un valore, di 1,5 miliardi. Secondo le ultime indiscrezioni questa cifra potrebbe anche triplicare dato che dalle prime cifre emerse dal censimento commissionato dal Demanio il numero di immobili conferibili potrebbe aumentare.

A margine dell’intervento, Scalera non ha nascosto le difficoltà sulle operazioni di cessione e valorizzazione legate alla congiuntura economica: “I prezzi delle compravendite immobiliari stanno scendendo. Evidentemente questo si dovrà in un qualche modo riverberare sui bilanci pubblici. È un problema, ma il Parlamento può intervenire per superare l’impasse delle vendite”.

Più informazioni su

Edinet - Realizzazione Siti Internet