Professional Day 2013: più sinergie fra i liberi professionisti

Grande successo per l’edizione 2013 del ‘Professional Day’ , l’assemblea organizzata dal Coordinamento Unitario Professioni (CUP), Associazione delle Casse Professionali (AdEPP) e Professionisti dell’Area Tecnica (PAT) per aprire un dialogo pubblico sulle prospettive di crescita del Paese e sul ruolo dei 2 milioni e 300mila iscritti agli Ordini e ai Collegi professionali.
Dall’incontro, tenutosi all’Auditorium della Conciliazione di Roma e trasmesso in streaming e via satellite in oltre 100 città italiane, è emerso il manifesto “Riprogettare l’Italia per tornare a crescere” firmato da Geologi, Biologi, Chimici, Dottori Agronomi e Dottori Forestali, Geometri, Ingegneri, Periti agrari, Periti industriali, Tecnologi alimentari.
Fra i punti principali del documento, emergono le proposte di:
– un Piano Nazionale di difesa dal rischio sismico ed idrogeologico;
– promuovere il Fascicolo del Fabbricato e una nuova anagrafe immobiliare;
– fermare la cementificazione e promuovere il riutilizzo del costruito;
– bonificare le abitazioni dai materiali edilizi nocivi.
– rottamazione degli impianti elettrici e il sostegno del risparmio energetico;
rilancio della Green Economy con la gestione sostenibile dei rifiuti;
– maggiore trasparenza con gli Open Data per una pubblica amministrazione efficiente;
– favorire la devolution professionale, innovare per crescere e fare dell’agroalimentare e del paesaggio il motore della crescita , della qualità della vita e della manutenzione dell’ambiente e del territorio .

Molto importante l’intervento del presidente del PAT Armando Zambrano ha posto l’accento sulle sinergie fra gli ordini professionali dell’area tecnica, a supporto della pubblica amministrazione per invertire la pessima abitudine di effettuazione dei controlli ex ante, passando a quelli ex post, a conclusione degli interventi, per snellire e rilanciare le opere pubbliche garantendo contemporaneamente un lavoro che sia stabile, ma anche sicuro.

Obiettivi che trovano ampio riscontro nella mission del Business Network di EXITone che, attraverso la figura professionale multidisciplinare del Tutor dell’Immobile, vuole valorizzare le tradizionali figure professionali (Architetto, Ingegnere, Geometra, etc..) grazie ad una nuova visione del professionista del Real Estate, sempre più tecnico specializzato per la migliore gestione del patrimonio costruito.

Più informazioni su

Edinet - Realizzazione Siti Internet