Riforma del Condominio: i fondi per la manutenzione

Manca meno di un mese. Il 18 giugno infatti sarà operativa a tutti gli effetti la Riforma del Condominio che rivoluzionerà la gestione del condominio e che apporterà novità importanti anche per i professionisti tecnici che intendono operare nei condomini per attività di manutenzione e riqualificazione.
Il settore dei condomini, così come in generale quello del patrimonio edilizio residenziale, dal punto di vista della riqualificazione è un importante serbatoio di occasioni lavorative con i suoi oltre 27 milioni di unità e il 65% di questi realizzati prima del 1973.

E per quanto concerne le opere di manutenzione straordinaria, la riforma, impone ai condomini la costituzione di un fondo speciale di importo pari all’ammontare dei lavori. Tale fondo potrà essere utilizzato soltanto per gli specifici interventi di manutenzione straordinaria deliberati dall’assemblea. In questo caso si richiederà un diverso e più elevato quorum: il consenso della maggioranza degli intervenuti in assemblea che rappresenti almeno la metà del valore millesimale dell’edificio.

Alcuni operatori hanno sollevato dei dubbi sull’introduzione di questo fondo in quanto potrebbe essere uno sforzo non indifferente accantonare delle risorse prima dell’inizio dei lavori, ma c’è anche da aggiungere che la norma non specifica se questo fondo debba essere costituito necessariamente prima dello svolgimento dei lavori per un importo pari a quello previsto complessivamente per i lavori stessi.

Una soluzione innovativa per ovviare questa questione la propone EXITone in collaborazione con Harley&Dikkinson Finance S.r.l. l’arranger tecnologico e finanziario che ha creato Credito Condominio , un sistema di opportunità potenzialmente in grado di generare incarichi retribuiti di progettazione e direzione lavori nell’ambito di interventi integrati di efficientamento energetico degli immobili.

Credito Condominio è solo uno dei tanti strumenti e servizi a disposizione dei liberi professionisti che hanno scelto di entrare nel Business Network EXITone in qualità di Tutor dell’Immobile, la community dei tecnici specializzata negli interventi di riqualificazione e gestione del costruito. Settore che, dopo il via libera dalla commissione Ambiente della Camera, potrà ottenere nuovo slancio dall’approvazione, all’unanimità della risoluzione sul credito di imposta del 55% per le misure a favore dell’efficienza energetica in edilizia.

Sempre sul tema dei fondi per la manutenzione, il Sole 24 Ore di oggi propone un interessante focus che vi proponiamo al termine di questo post.

Più informazioni su

Edinet - Realizzazione Siti Internet