STP: i professionisti e la necessità di “fare Rete”

Le S.T.P. – Società Tra Professionisti sono state introdotte dal Decreto del Ministero della Giustizia n.34 dell’8 febbraio 2012 in attuazione della Legge di Stabilità del 2012 (Legge 183/2011) e dal 21 aprile scorso è ufficialmente possibile dare vita a soggetti professionali costituiti in forma societaria.
E’ importante ricordare che le società tra professionisti, costituite per l’esercizio di una o più attività professionali, non costituiscono una nuova forma societaria rispetto a quelle già esistenti nel nostro ordinamento ma, bensì, una loro particolare fattispecie derivante dall’attività che la società dovrà esercitare.

Nonostante sia ormai una consuetudine ripetere che è necessario unire le competenze e ‘fare Rete‘ questa forma giuridica è ancora poco utilizzata dai professionisti, probabilmente perché ancora non è molto chiara la normativa e molti sono ancora i dubbi procedurali.
Ad oggi infatti, come riporta l’interessante report di Casa 24 Plus del Sole 24 Ore del 20/06/2013 , è presente una sola STP formata da Architetti mentre gli Ingegneri privilegiano la costituzione di Società di Ingegneria, anche a fronte della maggiore semplicità di costituzione, come riassume questo quadro (fonte: ‘STP – Guida alla Costituzione‘ del Centro Studi del Consiglio Nazionale degli Ingegneri):

Quadro Comparativo fra STP e Società di Ingegneria

A fine 2012 le Società di Ingegneria (di capitali o cooperative), secondo i dati Inarcassa, sono 5.712 (5.333 come S.r.l., 220 S.p.A., 159 fra consorzi e cooperative).

Quale formula conviene?

Secondo lo studio del CNI emerge come il quadro normativo attuale debba essere riformulato: entrambe le realtà possono operare nel settore pubblico che nel che nel privato e l’insieme delle attività realizzabili da una STP è compreso nelle attività concesse anche alle società di ingegneria.
L’oggetto sociale della STP, però, sarebbe più limitante e prevede maggiori obblighi: tra i vincoli da rispettare, pena la cancellazione della società stessa, ci sono l’informativa ai clienti, l’onorabilità dei soci, la partecipazione esclusiva ad una sola stp e i limiti di partecipazione dei non soci.
Il Consiglio nazionale degli Ingegneri suggerisce, quindi, un intervento volto a differenziare le attività di natura professionale delle due forme societarie o comunque gli ambiti di intervento, per fare in modo che decolli anche l’assetto delle società tra professionisti.
Ad infatti sono le società di ingegneria ad avere meno vincoli: meno limiti nell’oggetto sociale, nessun obbligo di iscrizione all’albo di appartenenza, compagine sociale semplificata data dalla possibilità della sola presenza di soci investitori e dalla facoltà di un professionista di essere socio in più società.

Ci sono però nicchie di mercato che possono interessare maggiormente le STP, specialmente se formate da Architetti che spesso si interfacciano con varie realtà e sono potenzialmente più interessati alla creazione di team multidisciplinari e integrati.

E nel frattempo?

Nel frattempo rimane l’esigenza dei professionisti di presentarsi al cliente e ai committenti come referente qualificato e ‘unico’, evitando di doversi rivolgere ad una miriade di figure. E’ quindi necessaria una figura flessibile, multidisciplinare e ‘integrata’. Ma se la procedura esisite, la STP, non è ancora del tutto accessibile, esiste un’altra possibilità: l’appartenenza ad un Network di professionisti.

EXITone propone un’innovative formula: un network non solo fra professionisti ma fra professionisti e impresa: il professionista che decide di aderire al Business Network EXITone in qualità di Tutor dell’Immobile diventa partner tecnico (qualificato e certificato ISO 9001) di una realtà consolidata come EXITone, sia di una rete d’imprese specializzate nella gestione e nella riqualificazione del costruito.

TUTOR DELL’IMMOBILE EXITone: un’opportunità rivolta a professionisti ambiziosi alla ricerca di nuove occasioni di sviluppo e di crescita, capaci di integrare i vantaggi della libera professione con quelli di una struttura aziendale referenziata e consolidata.

Per info: www.exitone.it/tutordellimmobile

Più informazioni su

Edinet - Realizzazione Siti Internet