Sblocca Italia: ok dalla Camera. Novità per Real Estate e Energia

Il 30 ottobre scorso ha ottenuto l’approvazione dalla Camera il D.L. 133/2014 noto come “Sblocca Italia”. L’iter legis prevede ora il passaggio al Senato.

Ecco alcune delle principali novità nel settore del Real Estate e dell’Energia

Real Estate

Iva per le ristrutturazioni. La tassazione Iva per i lavori di ristrutturazione nell’edilizia privata o di efficientamento energetico potrebbe essere tagliata dall’attuale 10% al 4%, anche se questo rischia di suscitare i dubbi di Bruxelles, che pone come limite minimo il 5%. Il taglio costituirebbe comunque un’ulteriore spinta al settore, unita ai bonus fiscali del 50% sulle ristrutturazioni edilizie, mobili ed elettrodomestici e del 65% sui lavori per il miglioramento delle prestazioni energetiche. La misura sarà coperta dall’Iva per le nuove costruzioni: in questo caso il percorso sarà inverso, un aumento dal 4 al 10%.

Edilizia privata. Nel computo degli oneri di urbanizzazione i sindaci conteggeranno il maggior valore generato da interventi su aree o immobili in variante urbanistica. La manutenzione straordinaria degli edifici si realizzerà solo tramite Cil e non più obbligatoriamente tramite Scia, con la condizione che chi effettua la perizia tecnica dovrà certificare che gli interventi rispettino le norme antisimiche ed energetiche. Mutare destinazione d’uso non deve significare cambiare le superfici.

Regolamento unico edilizio. Inizialmente rimosso, è stato reintrodotto l’obbligo di adottare un regolamento unico edilizio a livello nazionale, regionale e locale, per semplificare tutte le procedure almeno al livello base condiviso su tutto il territorio.

Dismissioni pubbliche. Poteri di deroga all’Agenzia del Demanio per la vendita di immobili dello Stato, che però restano soggetti all’obbligo di attestato di prestazione energetica.

Recupero immobili pubblici dismessi incentivato a fini di edilizia residenziale pubblica per assegnare gli alloggi così ricavati alle famiglie in lista d’attesa per ricevere un appartamento.

Energia

Conto Termico (incentivi alla produzione di energia termica e agli interventi di efficienza energetica su piccola scala).  Le ultime modifiche approvate prevedono l’accesso alle agevolazioni anche per via telematica e da parte dei soggetti di edilizia popolare e delle cooperative di abitanti alle categorie di incentivi della Pubblica Amministrazione.

Definizione di teleriscaldamento e teleraffrescamento efficienti La modifica definisce come tali quelli che usano almeno:

  • il 50% di energia derivante da fonti rinnovabili;
  • il 50% di calore di scarto;
  • il 75% di calore cogenerato;
  • il 50% di una combinazione delle precedenti.

Più informazioni su

Edinet - Realizzazione Siti Internet