CONSIP Luce 3: al via le operazioni di attivazione della convezione

Come anticipato nell’ultimo numero del nostro eMagazine EXtra, EXITone, in RTI con CITELUM (capogruppo), si è aggiudicata la gara indetta da Consip S.p.A. per il servizio integrato di conduzione, gestione e manutenzione ordinaria e straordinaria degli impianti di illuminazione pubblica per i territori corrispondenti al Lotto 3, cioè Emilia Romagna, Umbria, Marche e Toscana.

Nell’ambito del RTI, la Divisione Ambiente di EXITone, coordinata dall’Ing. Stefano Bonino, sta fornendo il supporto tecnico nella fase di start-up e di preventivazione, oltre a realizzare i progetti di tutti gli interventi di riqualificazione e adeguamento. In particolare con il rilievo sul campo della consistenza e dello stato manutentivo di tutti i principali componenti degli impianti di illuminazione pubblica, EXITone fornisce alle Amministrazioni gli elementi e i documenti tecnico-economici necessari all’attivazione dei servizi in convenzione.

Fra i primi comuni aderenti alla convenzione segnaliamo il coinvolgimento del comune di Rosignano Marittimo (LI) che ha voluto informare la cittadinanza e i comuni limitrofi sullo stato e sull’avanzamento delle attività. A tal scopo, è stata organizzata ieri una conferenza stampa a cui hanno partecipato, oltre ai rappresentanti dell’amministrazione locale, anche i referenti operativi del RTI, fra cui CITELUM e EXITone.

 “L’illuminazione pubblica –ha dichiarato il sindaco Alessandro Franchi- è stata negli ultimi anni una questione problematica, sia per la vastità del territorio comunale e il gran numero di punti illuminanti (oltre 8900 lampioni), sia per l’impossibilità di realizzare interventi di ammodernamento a causa dei vincoli imposti dal patto di stabilità. Per questo il Comune di Rosignano Marittimo, al fine di rendere il servizio più efficiente per i cittadini, ha aderito alla Convenzione CONSIP Servizio Luce 3. Siamo i primi nella zona ad esserci avvalsi della centrale d’acquisto CONSIP, ma adesso altri comuni vicini stanno intraprendendo questa strada, che consente di avvalersi di gare nazionali supervisionate dal Ministero a garanzia di contratti sicuri, imprese affidabili e controllate.”

Gli interventi proposti nell’ambito della convenzione sono volti a migliorare l’efficienza energetica, riducendo i consumi, ed a pianificare le attività di manutenzione e riqualificazione tecnologica degli impianti. Complessivamente si prevede di adeguare gli impianti alla normativa vigente in materia di “inquinamento luminoso”, sostituendo circa 6000 lampioni e ricablando gli altri, in modo da ridurre la dispersione di luce nell’ambiente, ridurre l’emissione di anidride carbonica (si stima una riduzione del 70% di tonnellate per anno di CO2), ottenere un risparmio energetico -compreso tra il 50% e il 60% della spesa elettrica attuale – da poter reinvestire per ulteriori migliorie agli impianti.

Più informazioni su

Edinet - Realizzazione Siti Internet