Lavoro: il futuro è green! Il Certificatore Energetico tra i profili più richiesti

Segnaliamo “Lavorare Verde. Guida ai green jobs”, un interessante opuscolo pubblicato da Ermesambiente, il portale della Regione Emilia Romagna dedicato alla sostenibilità. Partendo dalla premessa che, anche nel nostro Paese, il futuro e il presente del mondo del lavoro sono sempre più “verdi”, (secondo dati Unioncamere 2010, il 30% delle Pmi italiane punta alla green economy), la Guida offre una panoramica dei profili professionali più richiesti nel settore.

Tra questi (pag. 25 – 27), quello del Certificatore Energetico, figura relativamente nuova nel panorama occupazionale, ma diventata particolarmente importante negli ultimi due anni (cfr. Linee guida nazionali per la certificazione energetica degli edifici, allegato al DM 26/06/09), da quando diverse Regioni che hanno legiferato in materia hanno reso obbligatorio l’ACE (Attestato di Certificazione Energetica) per la compravendita e in molti casi anche per la locazione di un’unità immobiliare. Il Certificatore può inoltre svolgere numerose altre funzioni nel mercato della bioedilizia e delle energie rinnovabili e, in generale, esplicitando i consumi energetici di un edificio, può incentivare il mercato degli immobili eco-efficienti e innescare, quindi, un meccanismo in cui è lo stesso mercato a premiare gli edifici di classe superiore

Il Certificatore Energetico è iscritto in un apposito Albo Professionale, di cui non tutte le Regioni si sono ancora dotate. Per accreditarsi occorre seguire specifici corsi di formazione e bisogna essere in possesso di una laurea triennale o specialistica in Ingegneria, Architettura, Scienze ambientali, Chimica, Scienze e tecnologie agrarie, Scienze e tecnologie forestali e ambientali. In alternativa si può essere in possesso di diploma di geometra, perito industriale o agrario. Obbligatorio essere abilitati alla professione e iscritti al relativo Ordine o Collegio professionale. Infine, può essere accreditato anche chi non abbia specifici titoli di studio, purché abbia una esperienza pregressa nel settore di almeno tre anni e in almeno due delle seguenti attività: progettazione dell’isolamento termico degli edifici, progettazione impianti di climatizzazione invernale e estiva, gestione energetica di edifici e impianti, certificazioni e diagnosi energetiche.

Tra le Regioni che prima delle altre si sono dotate di una normativa sulla Certificazione Energetica che regolamenta anche le modalità di iscrizione agli Albi Professionali Regionali, ci sono la Lombardia, l’Emilia Romagna e il Piemonte. Ricordiamo a tutti i professionisti interessati, che EXITone offre l’opportunità di acquistare i Corsi per diventare Certificatore Energetico in una o più di queste tre Regioni, in modalità FAD (Formazione a Distanza) con possibilità di risparmiare fino al 45%.

Per saperne di più, basta compilare il form di richiesta informazioni oppure scriverci  all’indirizzo tutor.ce@exitone.it!

Più informazioni su

Edinet - Realizzazione Siti Internet