Sicilia: le principali novità della Legge sulla Certificazione Energetica

Il 25 Marzo 2011 è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana, il Decreto dirigenziale del 3 marzo 2011 in materia di Certificazione Energetica degli edifici.

Richiamandosi all’art.9 del Piano Casa (Lr 6/2010) e alle Linee guida nazionali per la Certificazione Energetica (DM 26 giugno 2009) per quanto riguarda le metodologie di calcolo delle prestazioni energetiche degli edifici e gli elementi essenziali del sistema di certificazione, il Decreto stabilisce che, in caso di compravendita o di locazione di un edificio, l’ACE deve essere redatto in tempo utile per essere reso disponibile al momento della stipula dell’atto.

Di particolare interesse, gli articoli 2 e 3 sui soggetti abilitati  a svolgere l’attività di Certificatore Energetico e sul relativo Elenco Regionale.  Per i requisiti professionali, la Legge Regionale siciliana fa riferimento all’allegato III del dlgs. 30.05.08, n. 115 (tecnici, dipendenti o liberi professionisti, iscritti ai relativi ordini e collegi professionali e abilitati all’esercizio della professione relativa alla progettazione di edifici ed impianti oppure soggetti in possesso di titoli di studio tecnici o scientifici abilitati a seguito di specifici corsi di formazione svolti da Regioni, Province o da loro autorizzati, con superamento di esame finale).

In via provvisoria, fino all’emanazione di uno specifico decreto nazionale e di un’organica normativa regionale, la Regione Siciliana ha istituito un elenco dei soggetti abilitati al rilascio dell’ACE, che costituisce una sorta di pre-accreditamento dei soggetti certificatori. I professionisti interessati devono presentare la richiesta di iscrizione al Dipartimento Regionale dell’Energia, compilando il modello contenuto nell’allegato A del Decreto e scaricabile da questa sezione del portale della Regione Siciliana.

 In seguito alla richiesta presentata dai soggetti interessati, sarà rilasciato un numero identificativo personale che attesta l’iscrizione all’elenco regionale dei Certificatori e dovrà essere riportato negli ACE da inviare all’amministrazione regionale. A partire dal 26 giugno 2011, infatti, non saranno ritenuti validi gli ACE privi del numero identificativo regionale del soggetto certificatore.

Attenzione, inoltre, agli articoli 4 e 5  – sulle procedure di rilascio e di invio degli ACE –  e 8, relativo alla targa di Efficienza Energetica che identifica la classe energetica dell’immobile oggetto di certificazione e dovrà risultare conforme ai modelli contenuti negli allegati C1 (edifici residenziali) e C2 (edifici non residenziali) del Decreto.

Più informazioni su

Edinet - Realizzazione Siti Internet